Assicurare una moto: quanto si spende in Italia?

Quanto si spende, in media, per assicurare una moto? Quando si valutano le spese da sostenere per acquistare un veicolo a due ruote i costi correlati alla relativa polizza di Responsabilità Civile, che è ovviamente obbligatoria per poter circolare, tendono ad essere trascurati, in realtà essi pesano non poco e, per questo motivo, vanno valutati con la dovuta accortezza.

Cosa influisce sul prezzo di un’assicurazione

L’ammontare del premio di una polizza assicurativa, che si tratti di una moto o anche di un mezzo di altro tipo, può variare sulla base di molteplici aspetti.

Anzitutto, il costo della copertura assicurativa è correlato alle caratteristiche del mezzo, in primis alla sua potenza, allo stesso tempo le varie compagnie assicurative sono sul mercato godendo di ampi margini di libertà, di conseguenza ognuna di esse sceglie senza vincoli che tipo di tariffe praticare; non c’è da stupirsi, dunque, se per lo stesso veicolo si ricevano dei preventivi piuttosto distanti l’uno dall’altro.

Come non sottolineare inoltre le differenze territoriali: l’Italia è una nazione in cui i costi delle polizze assicurative tendono ad essere davvero molto diversi tra regione e regione, come anche da provincia a provincia, e questo è senz’altro un fattore che influisce tantissimo sull’ammontare del prezzo finale.

Assicurazioni moto: la spesa media in Italia

Fatte queste doverose premesse, se ci si chiede quali siano i costi medi per le polizze assicurative che devono essere sostenuti da chi possiede una moto, il noto portale assicurativo Facile.it fornisce un quadro piuttosto chiaro sulla base dell’ammontare dei preventivi elaborati dal proprio motore di ricerca interno.

Come si può notare visitando questo link, infatti, in Italia il premio assicurativo medio per una moto calcolato al mese di novembre 2020, dunque molto recente, ammonta a 408,67 euro.

Facile.it evidenzia un dato sicuramente positivo, ovvero il fatto che su base annua (dunque confrontando il dato menzionato con quello rilevato nel medesimo mese dell’anno precedente) si è registrato un calo: nel mese di novembre 2019, infatti, il costo medio ammontava a 504,93 euro, di conseguenza nell’arco degli ultimi 12 mesi si è avuta una riduzione del prezzo medio del -19,6%.

Dei costi reputati ancora troppo alti

Sicuramente questo aspetto non può che far piacere al consumatore e si auspica che i prezzi medi delle polizze possano diminuire ancora, tuttavia la cifra media attuale, ovvero 408,67 euro, è considerata da molti ancora oggettivamente troppo alta.

Il medesimo portale Facile.it, d’altronde, in un altro studio statistico integralmente consultabile a questo link rileva come il costo medio di una polizza di Responsabilità Civile Auto sia, in Italia, di 474,84 euro, una cifra davvero molto simile rispetto alla spesa necessaria per assicurare una moto.

Questo è un chiarissimo emblema del fatto che la spesa media correlata all’acquisto di un’assicurazione moto sia su livelli davvero consistenti, e questa voce pesa non poco sulle complessive spese gestionali di cui deve farsi carico il proprietario del veicolo.

Il noleggio a lungo termine come alternativa all’acquisto

Gli alti costi gestionali, e in particolar modo assicurativi, hanno d’altronde contribuito in maniera importante a far “esplodere” il fenomeno nel noleggio a lungo termine di automobili, una formula alternativa all’acquisto del veicolo che consente comunque di disporne in piena libertà, proprio come se fosse di proprietà.

Il noleggio a lungo termine sta prendendo piede anche nel mondo delle due ruote, come confermato dal fatto che molte importanti società del settore come FacileRent mettono a disposizione una vasta gamma di moto, scooter e veicoli analoghi, segno evidente del fatto che anche i “centauri” sono alla ricerca di soluzioni più economiche per poter guidare il loro mezzo preferito.

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Furti domestici in Italia: cifre in calo anche nel 2019

Ven Dic 18 , 2020
I furti domestici, in Italia, continuano a calare: è questo il dato che emerge consultando le statistiche pubblicate da Istat, il noto istituto nazionale di statistica, sul suo sito Internet ufficiale. I dati presentati da Istat Come si può notare visionando questo link, il numero di questa tipologia di reato […]