Come mantenere in buono stato il linoleum?

Linoleum: una soluzione pratica ed economica per i nostri pavimenti

Il linoleum è una delle soluzioni più pratiche ed economiche per creare una pavimentazione resistente e dal gradevole effetto visivo. I vantaggi legati al suo utilizzo sono davvero molteplici. Prima di vedere come possiamo mantenerlo in buono stato, vediamo perché potrebbe essere una buona idea quella di mettere il linoleum.

Vantaggio economico

Così come abbiamo accennato, il risparmio economico rispetto a qualsiasi altra forma di pavimentazione è notevole. Innanzitutto il costo del materiale stesso è piuttosto basso. Essendo poi semplice da montare potremo provvedere noi stessi al suo posizionamento, evitando di dover pagare per la manodopera.

Resistenza

A scanso di quello che potremmo pensare, il linoleum non è un materiale così delicato. Possiamo utilizzarlo anche se in casa ci sono bambini piccoli o animali. Rispetto al legno, che si graffia più facilmente, si rivela elastico e resistente.

Effetto scenico

La prima volta che entriamo in una stanza con pavimenti linoleum potremmo anche non renderci conto che non si tratta di parquet massello. Gli effetti e le colorazioni non si limitano ad imitare il legno, ma anche altri materiali come il marmo o la pietra. In commercio c’è davvero una vasta scelta tra cui cercare quello che fa maggiormente al caso nostro in base ai gusti ed alle esigenze progettuali.

Semplice da mantenere

Non richiede cure particolari come il legno, il marmo o altri materiali naturali. Si può risparmiare ulteriormente sulla sua manutenzione anche preparando dei composti al 100 per cento naturali.

Andiamo allora a vedere come fare per mantenere in buono stato un pavimento in linoleum.

Per prima cosa dovremo prestare attenzione nel momento del posizionamento. La superficie deve essere perfettamente liscia e non devono esserci dislivelli o sporgenze, cosa che potrebbe comportare alcune parti superficiali a consumarsi in maniera visibile molto prima.

Quando dobbiamo spostare mobili pesanti come un divano o un tavolo, cerchiamo sempre di alzarli e non di trascinarli. Sotto le gambe del letto o di qualsiasi mobile pesante poniamo dei gommini, in modo che risulti più difficile che queste si conficchino nello strato superficiale.

Per rimuovere lo sporco solido utilizziamo una scopa con delle setole morbide. Possiamo certamente utilizzare anche un aspirapolvere, ma cerchiamo di utilizzarne una con delle setole morbide.

Le scope a vapore sono molto utili per rimuovere lo sporco. Non esageriamo però con il vapore, impostando una temperatura troppo elevata o insistendo con il getto di vapore sempre nello stesso punto.

Per lavare il linoleum è indicato utilizzare dei detergenti specifici per questo scopo. Di solito questi non sono troppo aggressivi, cosa che potrebbe decolorare la superficie. Non esageriamo nemmeno con l’acqua. Piuttosto passiamo lo straccio umido con una maggiore frequenza.

Possiamo anche cerare il linoleum per fargli ritrovare la brillantezza persa. Prima di passare la cera, però, sarà indispensabile rimuovere accuratamente ogni forma di sporco. Se in passato abbiamo già passato la cera, allora dovremo premurarci di rimuoverla. Se abbiamo dubbi ed abbiamo paura di rovinare il linoleum, chiamiamo dei professionisti delle pulizie, che sicuramente sapranno come fare.

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *