Cannabis legale: scopriamo che cos’è

Negli ultimi tempi si sta parlando sempre più spesso di cannabis legale, una sostanza totalmente differente rispetto alla sostanza stupefacente che può perfino avere degli effetti benefici interessanti, ma di che cosa si tratta esattamente?

Questi prodotti stanno divenendo davvero diffusissimi e se si effettua una ricerca in rete con la parola cannabis si può giungere su e-commerce come Prodotti-Cannabis.it che trattano appunto questo genere di prodotti in modo del tutto legale, ma cosa sono? Scopriamolo subito!

La cannabis come droga leggera

La cannabis come sostanza stupefacente, ovvero quella più nota a livello di senso comune, rientra nella categoria delle cosiddette droghe leggere.

Queste droghe hanno degli effetti psicoattivi moderati, ma comunque non trascurabili, e proprio per questo motivo l’Italia, proprio come molte altre nazioni europee e non, ha scelto di renderla illegale.

La persona che viene scoperta consumare cannabis va incontro ad una sanzione amministrativa e ad una segnalazione alle Autorità, ben più serie sono le conseguenze per chi viene scoperto spacciare, o comunque detenere quantità di tale sostanza che si reputano essere destinate al commercio: in questo caso infatti si rientra nel penale e le sanzioni sono ben più severe.

La cannabis stupefacente è pericolosa per la salute

Al di là degli aspetti giuridici, ciò che va sottolineato è il fatto che la cannabis come sostanza stupefacente abbia effettivamente degli effetti psicoattivi e per questo motivo va tassativamente evitata, in quanto i risvolti negativi per la salute potrebbero essere tutt’altro che trascurabili, soprattutto in un’ottica di lungo periodo.

La vendita di tali sostanze, inoltre, è uno dei principali business delle organizzazioni criminali, e questa è un’ulteriore ragione per evitare nel modo più assoluto di utilizzarle.

Il discorso è totalmente differente per quel che riguarda la cannabis legale, una sostanza che la Legge Italiana considera lecita e che è ufficialmente reputata sicura.

Ma di cosa si tratta esattamente? Come può la cannabis essere legale e sicura sulla base di quanto detto in precedenza? Spieghiamolo subito nel dettaglio.

Che cos’è la cannabis legale

Ciò che rende la cannabis una sostanza stupefacente è il cosiddetto THC, un principio attivo che può appunto comportare degli effetti psicoattivi.

Non necessariamente il THC deve essere presente nei prodotti a base di cannabis, ed è proprio questo il “confine” che distingue la cannabis legale da quella illegale: se le quantità di THC (acronimo con cui si indica il Delta-9-tetraidrocannabinolo) sono inferiori ad una determinata soglia stabilita dalla legge, vengono biologicamente esclusi degli effetti psicoattivi di conseguenza il prodotto è da considerarsi sicuro.

Importanti aspetti legati al consumo di cannabis legale

Se si vuol consumare della cannabis legale, dunque, è fondamentale rivolgersi a dei commercianti autorizzati, come possono essere dei siti Internet che esercitano la loro attività senza omissioni, o anche negozi fisici altrettanto regolari, qualsiasi altro canale di vendita non è lecito e soprattutto non può dare alcuna garanzia al consumatore circa le caratteristiche biologiche della merce venduta.

L’assenza di effetti psicoattivi, ovviamente, modifica in modo radicale le ragioni per cui si può far ricorso alla cannabis.

Se la cannabis come sostanza stupefacente viene adoperata per ottenere la classica sensazione di sballo, la cannabis legale ha effetti non psicoattivi e non pericolosi, come ad esempio un’azione rilassante e distensiva.

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

MANAGER E IMPRENDITORI: VALORIZZATE IL CAPITALE UMANO

Mar Dic 22 , 2020
Questa in sintesi l’opinione di Bruno Vettore, manager ed imprenditore di lunga esperienza e spiccata personalità nel mondo del real estate italiano. In questo periodo di crisi globale generata dal Covid, mai affrontata da nessuno, servono nuove modalità gestionali e sensibilità più raffinate. I leader che si trovano a dirigere […]