Godersi la Puglia in sella alla bici

Percorsi ed itinerari con la bici in Puglia

Se abbiamo deciso di trascorrere le nostre vacanze in Puglia e siamo amanti delle due ruote, difficilmente potremo rimanere delusi. I tanti percorsi che si possono seguire in sella alle due ruote ci metteranno di fronte a dei panorami mozzafiato e ci daranno la possibilità di entrare a stretto contatto con questo bellissimo territorio.

Alla scoperta del Salento

Partiamo parlando delle possibilità offerte da quello che è uno dei fiori all’occhiello della regione, il Salento. Con le sue spiagge incantevoli ed i litorali con di promontori a picco nel mare, sono tanti i percorsi adatti ai ciclisti in questa terra. Su barbarhouse potremo trovare un’ottima location come punto di appoggio.

Sul versante adriatico del Salento è molto suggestiva la litoranea Otranto-Santa Maria di Leuca. Questo percorso di circa 50 chilometri alterna tratti di rettilineo e curve, e potremmo definirlo di difficoltà moderata, vista l’alternanza di leggere salite, seguite da pendenze in discesa. Il panorama che ci troveremo ad ammirare è forse uno dei più belli della regione. Il faro della Palascia è uno dei punti panoramici più belli della zona. Si tratta del punto più orientale d’Italia. Potremo raggiungere poi un altro punto di osservazione privilegiato, la Torre di Sant’Emiliano, che ci aprirà la vista sulla meravigliosa Baia di Porto Badisco.

La litoranea che va da Gallipoli a Porto Selvaggio ci offrirà degli scorci da cartolina indimenticabili. Percorreremo il bellissimo lungomare tra Santa Maria al Bagno e Santa Caterina, per poi attraversare Nardò Marina, la riserva naturale di Porto Selvaggio. Se abbiamo una mountain bike, potremmo anche addentrarci nella pineta, ed attraversare i sentieri al riparo del sole, per raggiungere alcuni dei punti panoramici più belli dell’intero litorale.

Ma anche chi non è un esperto ciclista potrà trovare molto soddisfacente e gratificante passeggiare in bicicletta tra le campagne salentine. Ci attenderà un territorio fatto di terra rossa, muretti a secco, fichi d’india e masserie, dove potremo fermarci per gustare i deliziosi piatti tipici locali.

Alta Murgia e Valle d’Itria

Un altro percorso che vale senz’altro la pena di seguire, soprattutto per gli appassionati di storia, sarà quello dell’antica via Traiana, nell’alta Murgia, che ci farà avventurare nella steppa della macchia mediterranea, portandoci fino all’imponente Castel del Monte, vicino ad Andria. Il parco archeologico dell’Egnazia è un’altra tappa obbligata in questo itinerario.

Non c’è dubbio che una delle zone più peculiari e caratterizzanti della regione sia la valle d’Itria, conosciuta anche come la valle dei trulli, queste costruzioni bellissime che hanno reso Alberobello sito patrimonio dell’UNESCO. Ad attenderci ci sarà un paesaggio incantevole tra campagne a bassa intensità di traffico, che ci offriranno sul percorso scorci fatti di muretti a secco, trulli, gerani ed ulivi secolari, che nel corso degli anni hanno assunto delle forme e delle dimensioni fuori dal comune.

 

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

I siti patrimonio dell'UNESCO della Puglia

Gio Giu 24 , 2021
Le ricchezze della Puglia La Puglia continua a lasciare ammirati i suoi visitatori per la sua varietà nei paesaggi e per le ricchezze storiche-culturali di cui è piena. Si tratta da sempre di un territorio particolarmente ricco da questi punti di vista, e la presenza di 4 siti patrimoni dell’UNESCO […]