Aumentare traffico e vendite online con la link building

link-building-posizioneuno

L’intento di ricerca sul web si è sempre più evoluto. La maggior parte delle pagine web, che siano di news o e-commerce, hanno tra gli scopi più importanti la visibilità dei propri contenuti. Che sia per un influencer o per un imprenditore, un alto numero di visite della propria pagina conferisce un successo notevole nella propria pubblicizzazione e quindi nuovi clienti o fan. Un sito molto frequentato e famoso necessita di strategie per la propria promozione: è qui che uno strumento marketing proprio della SEO, la link building trova la sua più grande espressione.

La Link Building permette la pubblicizzazione di una propria pagina, che sia privata o aziendale, grande allo scambio di link in uscita e in entrata. Fino a non molto tempo fa, Google premiava le pagine con i più alti numeri di link al loro interno, promuovendo però anche possibili siti scadenti. Oggi che non è più così e che s’è capito come Google stesso sia costruito sui link, questi assumono molto valore e sono capaci di trasferire valore fra un sito e l’altro, con la conseguenza che una buona strategia marketing su un sito è sempre alla ricerca di link di qualità e in linea con il sito che si vuole promuovere.

Aumentare il traffico di un e-commerce

L’importanza della link building in un e-commerce assume un’importanza anche maggiore, in quando una buona diffusione sul web di un brand con forte reputazione, porta visite e porta clienti. La link building è perciò alla base del successo di un e-commerce, soprattutto nei settori molto competitivi. Lo stesso vale per la promozione della propria pagina personale nel caso in cui si sia professionisti di qualche settore: link building equivale a reputazione e una buona reputazione online come professionista è alla base del successo lavorativo.

Stringere partnership con altri siti amici è, in questo senso, un buono strumento di link building, ma occorre che siano selezionati con massima attenzione, con siti e brand ben posizionati.

Il passo successivo della strategia prevede l’utilizzo di keyword, ossia di parole chiavi entro cui inserire il link che si desidera che Google attenzioni. Una keyword che si incastri perfettamente con il tipo di ricerca dell’utente, che sia naturale e che attiri l’attenzione, permette un grande balzo in alto nelle ricerche. Una volta selezionate le parole chiave giuste, bisogna variegarle all’interno dei contenuti per coprire tutti gli intenti di ricerca online. Strumenti come Ahrefs Content Explorer sono nel lavoro quotidiano del content SEO, permettendo una misurazione del traffico effettivo che quella parola genera: parole molto cercate sono, ovviamente, capaci di portare più visite ai siti, ma anche più difficili da posizionare. Interviene, quindi, l’utilizzo delle long tail, parole chiave a coda lunga, ossia intenti di ricerca un po’ più specifici (intere frasi o domande). Una buona integrazione di long tail e keyword precise permetterà di coprire a pieno l’argomento da trattare e di inserire nel modo migliore i link in uscita.

Infine, la scelta di tante immagini è una valida opzione per il proprio sito. Molte persone preferiscono illustrazioni concettuali tramite contenuti multimediali, piuttosto che un walltext.

Strategie per avere backlink

  • Tra le migliori soluzioni c’è quella di inserire il proprio link all’interno di una pagina che parli di un argomento simile, chiedendo al proprietario del sito il permesso. Anche in questo caso un’alta qualità del proprio sito spingerà l’interessato a rispondere con affermazione.
  • I dati statistici possono essere un’importante metodica per attrarre tante persone a visualizzare il proprio sito. Una pagina che contiene tanti dati statistici attira infatti molte più persone, finendo ai primi posti nei risultati di ricerca. Questa è solo una delle strategie psicologiche che vengono adoperate in rete per attirare pesci all’amo.
  • Alcuni creano pagine web argomentando tematiche chiare e concise, al fine di attrarre più facilmente sia chi si trovi d’accordo con quell’idea sia chi si trovi in disaccordo. Questi ultimi infatti potrebbero usufruire di queste informazioni come esempio contrastante alle proprie convinzioni, non facendo altro che aumentare notorietà e visite di quel sito.
  • I servizi gratis sono sicuramente tra i più visitati sulla rete. Funzioni base come un gioco gratuito o un traduttore istantaneo permettono un grande aumento di link e utenti.
  • Anche il copyright attira molte visite, in quanto un’informazione che detiene dei diritti d’autore va sempre citata e linkata alla fine di un articolo ad essa correlata, aumentando quindi le visite del sito originario.
  • La tecnica skyscraper è anch’essa molto importante nella visibilità di una pagina. La metodica consiste nella creazione di contenuti che attiri più persone possibile, avendo molte più probabilità di trovare clienti davvero interessati a quello specifico prodotto. Molti potenziali investitori non conoscono nemmeno l’esistenza di una pagina riguardante un prodotto di loro interesse. Grazie a questa tecnica la grande visibilità di un contenuto le permette di raggiungere un numero elevato di visitatori, tra cui anche utenti interessati.

Concorrenza e link building

L’analisi dei siti competitor, ossia il controllo di come i principali concorrenti online si muovono sul web, è uno strumento potentissimo da integrare alla link building. Analizzando con attenzione le pagine di maggior qualità, si potrà prendere spunto, perché queste vogliono dire che gli utenti le hanno premiate: migliorando le informazioni fornite e senza mai copiare, si produrranno pagine web davvero complete e di qualità, pagine che verranno poi linkate da altri siti che le avranno riconosciute come molto più utili delle altre online.

I professionisti della link building

La link building sta avendo così tanta diffusione e importanza nel web marketing che risulta imprescindibile utilizzarla nella propria strategia di promozione. Producendo contenuti davvero completi e di qualità, capaci di rispondere a pieno alle domande degli utenti, permetterà di ottenere backlink in maniera naturale, con altre pagine che hanno riconosciuto il loro valore e la linkano spontaneamente. Lo stesso vale per la vendita di prodotti unici o per la diffusione di eventi specifici e di notizie che fanno trend.

Quando però questo non è possibile e quando si ha appena avviato un’attività online e aperto il relativo sito internet, quando, cioè, non arrivano visite e non arrivano link naturali, intervengono i SEO e i PR digitali, professionalità capaci di creare link building strutturando connessioni con siti utili e di qualità: agenzie web come www.posizioneuno.it, operanti in Italia, hanno un carnet di siti di qualità adatti a linkare di tutto e, soprattutto, sono capaci di strutturare una strategia di link building e di monitorarne gli effetti, producendo quelle che vengono chiamate conversioni, ossia la trasformazione di una visita sul sito in veri e propri clienti paganti.

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Curare il cane con rimedi naturali: i consigli degli esperti

Lun Ago 24 , 2020
Il cane non è solo un animale fedele e da compagnia, ma anche un essere di cui prendersi costantemente cura, soprattutto nei momenti in cui si nota chiaramente che ha qualcosa che non va, sia nel fisico che nell’atteggiamento. In particolare, nel caso in cui il cane abbia dei problemi […]
cura-cane-rimedi-naturali